BC.GAMERichiedi 5BTC adesso

Panoramica sulla privacy della CBDC

Foto: Riproduzione/Money Times – In uno studio condotto dalla BRI, ha sottolineato che 9 baschi su 10 stanno studiando l'adozione di CBDC nel "prevedibile futuro"
BC.GAMEBCGAME - Il miglior casinò, bonus giornaliero gratuito da 5 BTC!BC.GAME Bonus giornaliero gratuito da 5 BTC!
Iscriviti ora

Le preoccupazioni sulla privacy si sono intensificate insieme alle indagini in corso sulle valute digitali emesse by banche centrali (CBDC) a livello globale, promuovendo un attento esame di tali questioni. Questo documento affronta le preoccupazioni sulla privacy legate alle CBDC, esplora gli approcci per bilanciare l'anonimato e la privacy e discute le strategie normative volte a salvaguardare la privacy degli utenti.

Le CBDC rappresentano una minaccia per la privacy finanziaria?

Contrariamente all’idea che le CBDC costituiscano una minaccia intrinseca alla privacy finanziaria, il loro impatto sulla privacy è determinato da molteplici aspetti, come la loro progettazione, implementazione, contesto legale e consapevolezza degli utenti.

Progettazione e realizzazione

La configurazione delle CBDC è un fattore determinante nel grado di rischio per la privacy finanziaria. Le preoccupazioni sulla privacy possono essere ridotte al minimo se le CBDC sono progettate con l’intento di proteggere la privacy. Ad esempio, le transazioni con le CBDC potrebbero garantire un livello di privacy simile a quello del denaro fisico se sono progettate per essere pseudonime, nascondendo così l’identità delle parti coinvolte.

Raccolta e sorveglianza dei dati

L’implementazione delle CBDC potrebbe compromettere la privacy finanziaria se consente agli organismi centrali di tracciare e raccogliere dati su tutte le transazioni. Tali informazioni possono essere utilizzate dai governi o dalle banche centrali per vari scopi, come monitorare le attività dei cittadini o far rispettare le leggi fiscali.

Coinvolgimento degli intermediari

La privacy può anche essere influenzata dal livello di coinvolgimento dei processori di pagamento o delle banche nelle transazioni CBDC. Questi intermediari possono avere accesso ai dati delle transazioni e condividerli con terzi se le transazioni vengono condotte attraverso le loro piattaforme.

Funzionalità che promuovono l'anonimato

Alcuni progetti CBDC possono incorporare funzionalità che offrono diversi gradi di anonimato. Ad esempio, le CBDC che funzionano come moneta digitale potrebbero consentire transazioni offline o migliorare le funzionalità di privacy. La presenza o l'assenza di queste funzionalità ha un impatto significativo sulla privacy dell'utente.

Contesto giuridico e normativo

Le leggi e i regolamenti che guidano le CBDC hanno una notevole influenza sul loro impatto sulla privacy finanziaria. L’implementazione di rigorose misure di protezione della privacy può ridurre i rischi associati alle CBDC. D’altro canto, un’ampia autorità di sorveglianza da parte dei governi potrebbe portare all’uso delle CBDC come strumento per espandere la capacità di monitoraggio.

Consapevolezza e autonomia dell'utente

La privacy fornita dalle CBDC è influenzata anche dalla capacità degli utenti di comprendere le problematiche relative alla privacy e di gestire i propri dati. Alcune sfide relative alla privacy possono essere mitigate se gli utenti hanno la possibilità di optare per transazioni che offrono maggiore privacy e se sono consapevoli delle implicazioni delle loro scelte.

Rischi di sorveglianza finanziaria con l’uso di CBDC

Le CBDC apportano numerosi vantaggi ma sollevano anche problemi di sorveglianza, tra cui:

Sorveglianza governativa

Dato che le CBDC sono sviluppate e gestite dalle autorità nazionali, i governi hanno la capacità di monitorare le transazioni commerciali e le attività finanziarie dei cittadini. Questo livello di controllo può portare ad un aumento della sorveglianza da parte dello Stato, incidendo sulla privacy finanziaria delle persone.

Monitoraggio delle transazioni

La capacità di monitorare le transazioni è facilitata registrando tali transazioni in a blockchain o in un sistema di registrazione centralizzato, che consente il tracciamento dei flussi monetari. Questo livello di trasparenza può consentire un’ampia sorveglianza delle attività finanziarie, mettendo a rischio la privacy degli utenti.

Punteggio sociale

Utilizzando i dati delle CBDC, i governi potrebbero creare sistemi di punteggio sociale basati sui comportamenti finanziari dei cittadini. Tali pratiche possono comportare conseguenze negative per gli individui, come limitare l’accesso ai servizi o alle opportunità di lavoro in base alla loro storia finanziaria.

Rischi di violazione dei dati

Le CBDC fanno molto affidamento sull’infrastruttura digitale, che è suscettibile agli attacchi informatici e ad altre vulnerabilità della sicurezza. Le informazioni finanziarie personali potrebbero essere esposte se gli aggressori fossero in grado di accedere ai record delle transazioni delle CBDC.

Accesso da parte di soggetti esterni

Sebbene le CBDC mirino a ridurre la necessità di intermediari, alcune implementazioni potrebbero richiedere l’intervento di fornitori di servizi esterni. Senza una regolamentazione efficace, queste entità potrebbero avere accesso ai dati delle transazioni, ponendo potenziali rischi per la privacy.

Come discusso in un Libro bianco della Banca d’Inghilterra, mentre la banca centrale può supervisionare alcune operazioni e componenti strutturali, i compiti di manutenzione quotidiana possono essere delegati a terzi. Questa divisione delle responsabilità può sollevare ulteriori preoccupazioni sulla privacy.

Vulnerabilità informatiche specifiche delle CBDC

Le CBDC devono affrontare sfide uniche in termini di sicurezza informatica, che richiedono misure di protezione avanzate. Gli attori malintenzionati possono prendere di mira questi sistemi digitali con l'obiettivo di violare le barriere di sicurezza per accedere in modo improprio alle risorse digitali degli utenti. Una delle preoccupazioni principali è il rischio di attacchi di phishing, in cui individui malintenzionati inducono con l’inganno gli utenti a ottenere le loro chiavi o credenziali private, compromettendo così le loro risorse nelle CBDC.

Ulteriori problemi riguardano il rischio di malware e ransomware, in grado di infettare i dispositivi degli utenti e interrompere le operazioni della CBDC o richiedere riscatti sotto forma di CBDC. È in gioco anche la privacy degli utenti, data la potenziale capacità di monitorare e analizzare le transazioni finanziarie, soprattutto se le CBDC utilizzano la tecnologia blockchain.

Difetti o vulnerabilità nelle piattaforme basate su contratti intelligenti espongono questi sistemi a ulteriori rischi per la sicurezza. Inoltre, le strutture CBDC centralizzate devono considerare i rischi sistemici derivanti da singoli punti di fallimento.

Questi rischi sottolineano l’importanza di adottare solide misure di sicurezza informatica, promuovere la consapevolezza degli utenti e aggiornare continuamente le politiche di sicurezza per proteggere le CBDC da uno spettro in evoluzione di minacce informatiche.

Le banche centrali promuovono il trading transfrontaliero di CBDC attraverso la tecnologia DeFi

Bilanciare anonimato e tracciabilità nelle CBDC

Trovare un compromesso tra anonimato e tracciabilità nelle CBDC è una sfida che richiede un approccio equilibrato, considerando sia la privacy degli utenti che i requisiti legali. La ricerca in questo settore cerca di sviluppare soluzioni che affrontino questi dilemmi in modo efficace.

Ad esempio, uno studio presentato alla Conferenza internazionale sulle comunicazioni dell'IEEE del 2022 tenutasi a Seul, in Corea del Sud, ha proposto una metodologia innovativa per ottenere l'anonimato e la tracciabilità nelle CBDC. Questo modello prevede l’utilizzo di banche commerciali per gestire conti e valute, l’ottimizzazione dell’efficienza attraverso la suddivisione e la combinazione di valute, la garanzia dell’anonimato degli utenti rispetto alle banche commerciali e l’utilizzo di abbonamenti BBS+ per consentire il monitoraggio da parte della banca centrale, facilitando il monitoraggio degli utenti e la prevenzione delle frodi.

Le firme BBS+ consentono di firmare più messaggi con un'unica firma risultante e supportano la prova di conoscenza, che consente al mittente di rivelare selettivamente alcuni messaggi firmati mantenendone riservati gli altri. Questo sistema favorisce l’inclusione finanziaria, consentendo transazioni agli utenti senza conti presso istituti finanziari, e garantisce un equilibrio tra anonimato, tracciabilità e funzionalità pratica per le applicazioni mobili.

Per garantire un equilibrio tra privacy e trasparenza nelle CBDC retail, un altro studio raccomanda l’adozione di strategie che combinino aspetti tecnico-legali e un quadro normativo studiato per soddisfare fin dalla progettazione le normative antiriciclaggio. Lo studio evidenzia inoltre che la privacy degli utenti può essere mantenuta attraverso tecnologie che migliorano la privacy, come le prove a conoscenza zero.

Standard normativi per la protezione della privacy nelle transazioni con CBDC

Costruire fiducia e sicurezza nell’ambiente finanziario digitale è fortemente supportato dalle normative progettate per proteggere la privacy nelle operazioni con CBDC. Affrontare le preoccupazioni relative alla raccolta, gestione e condivisione delle informazioni finanziarie sensibili degli utenti è fondamentale per l'efficace attuazione di queste linee guida.

Le normative efficaci generalmente includono disposizioni che impongono rigorose pratiche di protezione dei dati, richiedono il consenso degli utenti per il trattamento delle loro informazioni e stabiliscono la trasparenza da parte dei gestori dei sistemi CBDC.

Ad esempio, gli standard stabiliti dal Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell'Unione Europea definiscono criteri rigorosi per il trattamento dei dati personali, compresi i dati finanziari, fungendo da quadro per la protezione di queste informazioni. Tali normative devono essere rispettate nelle transazioni CBDC all'interno dell'UE, con l'obiettivo di garantire la privacy e la sicurezza delle informazioni finanziarie dei consumatori.

Inoltre, diverse nazioni hanno istituito una legislazione specifica per le CBDC che cerca di bilanciare la protezione della privacy degli individui con i vantaggi delle valute digitali emesse dalle banche centrali, come una maggiore inclusione finanziaria ed efficienza delle transazioni.

Ad esempio, la Banca Centrale Europea ha proposto limitazioni all’accesso ai dati da parte di terzi, con l’obiettivo di trovare un equilibrio tra privacy e anonimato. Una delle strategie suggerite include l’eliminazione dei record delle transazioni degli utenti, che non influisce sulla visibilità dei dati da parte della banca centrale, mantenendo la sua capacità di accedere a tutte le informazioni condivise dalle entità di compensazione.

Tuttavia, i dettagli specifici di queste restrizioni sulla privacy sono ancora in fase di definizione e la loro efficacia rimane in fase di valutazione poiché i paesi cercano l’equilibrio ideale tra i vantaggi forniti dalle CBDC e i diritti alla privacy degli individui.

Conclusione

L’emergere delle CBDC (Central Bank Digital Currencies) rappresenta un progresso significativo nell’ecosistema finanziario globale, promettendo maggiore efficienza, inclusione finanziaria e innovazione. Tuttavia, il successo e l'adozione di queste valute digitali emesse dalle banche centrali sono intrinsecamente legati alla capacità di affrontare e proteggere la privacy e la sicurezza dei dati degli utenti. Mentre le autorità monetarie di tutto il mondo esplorano lo sviluppo e l’implementazione delle CBDC, diventa imperativo bilanciare i vantaggi della digitalizzazione finanziaria con le legittime preoccupazioni sulla privacy finanziaria e sulla sicurezza informatica.

Norme robuste, come il Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell’Unione Europea, costituiscono un precedente per la protezione dei dati personali e finanziari, offrendo un quadro che può essere adattato e applicato al contesto delle CBDC. Fondamentale, inoltre, è la ricerca di soluzioni tecnologiche che consentano un equilibrio tra anonimato e tracciabilità, senza compromettere l’efficacia e la conformità normativa.

Misure avanzate di sicurezza informatica, promozione della consapevolezza degli utenti riguardo a pratiche sicure e implementazione di sistemi di gestione dei dati trasparenti e controllati dagli utenti sono essenziali per mitigare i rischi associati alle CBDC. La collaborazione internazionale tra regolatori, banche centrali e parti interessate del settore finanziario è fondamentale per stabilire standard e pratiche che proteggano la privacy degli utenti senza inibire le innovazioni consentite dalle CBDC.

Mentre ci muoviamo verso un’era di valuta digitale centralizzata, è imperativo dare priorità agli sforzi per proteggere la privacy degli utenti e la sicurezza dei dati. Solo allora le CBDC potranno raggiungere il loro pieno potenziale, garantendo non solo efficienza e inclusività, ma anche fiducia e sicurezza in un sistema finanziario evoluto digitalmente.

Disclaimer: Le opinioni e le opinioni espresse dall'autore, o da chiunque sia menzionato in questo articolo, sono solo a scopo informativo e non costituiscono consulenza finanziaria, di investimento o di altro tipo. L'investimento o il trading di criptovalute comporta il rischio di perdite finanziarie.
Totale
0
azioni

Articoli Correlati