BC.GAMERichiedi 5BTC adesso

Cos'è la finanza decentralizzata?

BC.GAMEBCGAME - Il miglior casinò, bonus giornaliero gratuito da 5 BTC!BC.GAME Bonus giornaliero gratuito da 5 BTC!
Iscriviti ora

Definizione

La finanza decentralizzata, o DeFi, è l'ecosistema di applicazioni finanziarie costruito con la tecnologia blockchain.

Il termine

Il termine DeFi, abbreviazione di finanza decentralizzata, è nato in una chat di Telegram nell'agosto 2018 tra sviluppatori e imprenditori di Ethereum, tra cui Inje Yeo di Set Protocol, Blake Henderson di 0x e Brendan Forster di Dharma. Stavano discutendo su come chiamare il movimento delle applicazioni finanziarie aperte costruite su Ethereum. Altre opzioni considerate sono state Open Horizon, Lattice Network e Open Financial Protocols. Henderson ha detto che DeFi ha funzionato bene in quanto "è uscito come un DEFY".

Caratteristiche

1. Non custodiale
Queste reti distribuite consentono alle persone di avere il controllo sui propri beni e dati e il valore da trasferire da una persona all'altra, senza la necessità di utilizzare intermediari come banche e altre istituzioni finanziarie. Gli utenti sono gli unici che hanno le chiavi dei loro portafogli e controllano i loro fondi. Il termine usato per descrivere questa funzione è che le applicazioni DeFi sono "senza custodia", in quanto non hanno la custodia dei tuoi beni - lo fai tu.

2. Aperto
Queste reti sono anche globali, il che significa che non ci sono confini in questo sistema finanziario ombra e tutti possono accedervi. È come Internet, ma invece di trasferire le informazioni a livello globale, in modo continuo e creativo, lo stesso accade con il denaro. È un Internet prezioso.

3. Trasparente
Il codice per queste applicazioni finanziarie può essere visualizzato e ispezionato da chiunque. Questo è importante perché chiunque può controllare come funzionano applicazioni e protocolli e traccia esattamente dove si trovano i propri soldi.

4. Componibile
Il codice open source consente inoltre agli sviluppatori di costruire sulle applicazioni di altri, accelerando l'innovazione e consentendo a queste applicazioni di diventare come pezzi di lego, sfruttando il valore reciproco - da qui il termine "lego del denaro". Agli utenti non piace come un'applicazione è in fase di costruzione, possono copiare il codice e creare una nuova applicazione.

5. Decentrato
I protocolli DeFi sono basati su blockchain pubbliche come Ethereum. Quelli blockchain, i binari di questo nuovo sistema finanziario, sono gestiti da migliaia di nodi, computer che eseguono software blockchain, sparsi in tutto il mondo, quindi è quasi impossibile censurarli o fermarli.

Oltre a questo livello base di decentralizzazione, le piattaforme DeFi sono costruite per essere gestite da una comunità di utenti, non controllate centralmente. Gli utenti diventano proprietari delle loro applicazioni finanziarie; sono in grado di partecipare a decisioni importanti, compresa la proposta di modifiche stesse, e trarre vantaggio dalla loro crescita e dal loro successo. Nessuna parte centralizzata può assumere unilateralmente il controllo dei fondi o modificare le regole del gioco.

Finanza aperta

La maggior parte delle applicazioni DeFi non soddisfa tutte le funzionalità sopra elencate. Ironia della sorte, considerando il nome DeFi, l'aspetto decentralizzato è il più difficile da incontrare. Abbandonare completamente il controllo di un'applicazione rende più difficile per gli sviluppatori reagire rapidamente in caso di problemi, poiché non possono apportare modifiche unilateralmente senza passare attraverso il consenso della comunità. Questo è difficile per le applicazioni che sono ancora nelle prime fasi di sviluppo, quindi i team spesso mantengono un certo grado di controllo sui propri protocolli.

La decentralizzazione è uno spettro e, sebbene non tutte le applicazioni DeFi siano all'estremità più decentralizzata, stanno lavorando per arrivarci con i team che rinunciano gradualmente al controllo sui loro protocolli.

Invece di decentralizzazione, la caratteristica principale che la maggior parte dei protocolli DeFi serve e definisce l'ecosistema è che queste applicazioni sono aperte a chiunque. Tutto ciò di cui gli utenti hanno bisogno è una connessione Internet e un indirizzo blockchain. Questo è il motivo per cui il termine "Finanza aperta" viene spesso utilizzato al posto di DeFi.

DeFi: una breve storia

Si potrebbe sostenere che la DeFi sia iniziata con Bitcoin nel 2009. BTC è stata la prima moneta digitale peer-to-peer; le prime applicazioni finanziarie sviluppate con tecnologia blockchain.
Ma il punto di svolta per le app finanziarie che consentono agli utenti di fare di più con il proprio denaro che inviarlo dal punto A al punto B è avvenuto nel dicembre 2017, quando è stato lanciato MarkerDAO.

MakerDAO è un protocollo basato su Ethereum che consente agli utenti di emettere una criptovaluta ancorata 1 a 1 rispetto al dollaro USA, utilizzando risorse digitali come garanzia. Questo meccanismo ha effettivamente permesso a chiunque di prendere in prestito la stablecoin Dai contro Ether (la criptovaluta nativa di Ethereum). Ha creato un modo per consentire a chiunque di contrarre un prestito senza fare affidamento su un'entità centralizzata. Ha anche creato un asset digitale ancorato al dollaro, che non dipendeva dal possesso di dollari in una banca, come USDC, USDT e altre stablecoin.

Il protocollo di prestito MakerDAO e la sua stablecoin Dai hanno fornito i primi elementi costitutivi per un nuovo sistema finanziario aperto e non autorizzato. Da lì sono stati lanciati altri protocolli finanziari, creando un ecosistema sempre più vivace e interconnesso. Compound Finance, lanciato a settembre 2018, ha creato un mercato in cui i mutuatari possono contrarre prestiti garantiti e gli istituti di credito per aumentare i tassi di interesse pagati da quei mutuatari. O Uniswap , lanciato a novembre 2018, ha consentito agli utenti di scambiare qualsiasi token in Ethereum in modo trasparente e senza autorizzazione.

Meno di tre anni dopo che MakerDAO ha lanciato il primo lego del denaro, ora ci sono dozzine di applicazioni DeFi, dai casi d'uso di base, come l'abilitazione di prestiti, prestiti e transazioni, a quelli più folli, come la creazione di risorse sintetiche, lo streaming di pagamenti di lotterie e giochi in cui puoi sempre riavere i tuoi soldi.

Le attività detenute negli smart contract su queste piattaforme sono aumentate fino a superare $ 1 miliardo e rapidamente $ 2, $ 3 e $ 4 miliardi solo quest'anno. Ovviamente, siamo solo all'inizio.

Non è una parola d'ordine: DeFi è un ecosistema di applicazioni finanziarie

Quando il termine finanza decentralizzata inizia ad apparire con crescente frequenza nei titoli e nelle conversazioni, la sua abbreviazione, DeFi, potrebbe iniziare a suonare come un termine vuoto. Ma è tutt'altro che una parola d'ordine.

DeFi è un ecosistema in crescita di protocolli e applicazioni reali e funzionali, che forniscono valore a diverse migliaia di utenti e scambiano l'equivalente di centinaia di milioni di dollari in risorse digitali, ogni giorno.

Si stanno gettando le fondamenta stesse di un nuovo sistema finanziario, con applicazioni che consentono di tutto, dalla semplice esecuzione di trasferimenti e pagamenti, a prestiti, prestiti, affari, gestione del portafoglio e assicurazioni.

Questa è una panoramica di alcune delle app più popolari nella finanza decentralizzata.

MakerDAO

MakerDAO è il protocollo che emette la stablecoin Dai. Co-fondato da Rune Christensen nel 2015, è stato uno dei primi progetti ad essere costruito sulla rete Ethereum e può essere considerato la base per la DeFi.

Dai è ancorato a 1 a 1 rispetto al valore del dollaro USA. A differenza di altri stablecoin, che sono supportati da dollari in una banca, Dai è supportato da risorse digitali detenute negli smart contract MakerDAO. Questo rende Dai una delle poche stablecoin che riduce il rischio di censura da parte di regolatori e istituzioni finanziarie, fornendo un'alternativa più decentralizzata.

Dai viene emesso contro risorse digitali che chiunque può depositare negli smart contract di Maker, che sono chiamati "caveau". Questi beni, o garanzie, devono essere circa il 150% del valore del Dai preso in prestito. I mutuatari pagano una commissione di stabilità, che funziona in modo simile al tasso di interesse su un prestito, quando il prestito viene chiuso. Se la garanzia scende al di sotto del tasso del 150%, il prestito viene rimborsato, il che significa che le attività bloccate vengono vendute con uno sconto e i mutuatari pagano una penale.

Non appena viene emesso Dai, i mutuatari sono liberi di venderlo in cambio di beni, servizi o più crittografia: è così che si crea un mercato secondario per Dai. Chiunque può anche acquistare Dai in cambio; non è necessario contrarre un prestito garantito.

Dai può anche essere depositato presso Maker e altri protocolli di prestito per guadagnare un tasso di risparmio variabile, consentendo a chiunque nel mondo di aprire un conto di risparmio in dollari.

L'altra parte di MakerDAO è il token MKR. A differenza di Dai, MKR è volatile e non ha nulla a che fare con esso. I titolari di MKR possono votare sul sistema di governance di Maker, dove viene deciso di tutto, dai tassi di prestito e di prestito ai tipi di garanzie collaterali accettate. I possessori di MKR traggono vantaggio quando il token cresce, ma sono anche i più colpiti quando il sistema fallisce; quando la garanzia è troppo bassa, la MKR viene coniata e venduta per compensare.

Compound Finance

Compound Finance è un protocollo di prestito basato su Ethereum. Chiunque può prendere in prestito i propri beni per guadagnare interessi o prendere in prestito beni contro garanzie. Compound è stato co-fondato da Robert Leshner e lanciato sulla rete principale nel settembre 2018.

La piattaforma è aperta a chiunque, in qualsiasi parte del mondo, e i contratti finanziari vengono eseguiti automaticamente dal codice del computer. La garanzia del prestito non dipende dal punteggio di credito o dal reddito e dalle obbligazioni della persona, ma dai beni che deposita nel sistema per coprire l'importo del prestito; insomma, i prestiti composti, come nella maggior parte delle DeFi, hanno garanzie eccessive. Non è il sistema più efficiente in termini di capitale, ma consente che i prestiti siano automatici e senza permesso.

Se la garanzia scende al di sotto dell'indice richiesto, i fondi vengono venduti sul mercato aperto con uno sconto (ossia liquidati).

I tassi di interesse pagati dai mutuatari di token, inclusi BAT, DAI, SAI, ETH, REP, USDC, WBTC e ZRX, sono guadagnati dai prestatori di questi asset. I prestatori guadagnano continuamente interessi e i fondi possono essere prelevati in qualsiasi momento, quindi non è necessario attendere fino alla fine di un periodo fisso su un deposito a termine.

La più grande differenza tra Compound Finance e un conto di risparmio presso una banca è che i creditori ricevono token che rappresentano i loro depositi e gli interessi guadagnati, come un derivato delle loro attività. Questi strumenti sono chiamati cToken –– cDai è per i depositi Dai, ecc. Questi token possono, a loro volta, essere utilizzati come garanzia per prestare o vendere ad altre criptovalute. I risparmiatori possono ottenere cToken depositando asset in Compound o semplicemente acquistandoli nel mercato aperto secondario, in un DEX.

Leggi anche:   Cos'è Binance Megadrop Airdrops: elenco delle monete, tutto quello che devi sapere

Compound ha lanciato il proprio token di governance COMP nativo nel maggio 2020. Il COMP è stato distribuito agli utenti della piattaforma in proporzione ai fondi prestati o presi in prestito. I possessori di token possono partecipare al sistema di governance di Compound, proponendo e votando le modifiche. È il modo in cui il team di Compound dà il controllo alla propria comunità, poiché la gestione del progetto inizia a diventare più vicina a un protocollo aperto che a un'azienda.

Uniswap

Uniswap è uno dei più grandi scambi decentralizzati per volume di scambi su Ethereum. È stata fondata da Hayden Adams nel novembre 2018. Uniswap è uno dei primi DEX a essere un pioniere nel sistema di market maker automatizzato, che consente ai trader di scambiare token senza fare affidamento su un portafoglio di ordini. Questo è importante nella crittografia, dove, dopo BTC ed ETH, c'è una lunga coda di token meno liquidi che sono difficili da scambiare se devi aspettare di essere abbinati da una controparte.

Il modello del market maker automatizzato (AMM) dipende dai pool di liquidità, in cui ogni token è accoppiato con ETH, assicurando che ci sia sempre liquidità sufficiente tra due token qualsiasi.

Il prezzo è definito da una semplice equazione: x * y = k, proposta da Vitalik Buterin in un articolo di ricerca del 2018. Nella formula denominata "costant product market maker", xey rappresentano la quantità di token ETH ed ERC20 in un ek il pool di liquidità è il prodotto dei due. K deve essere mantenuto costante e perché ciò avvenga, xey devono muoversi al contrario.

Grazie ai pool di liquidità e al prezzo definito da una formula, uno scambio può sempre avvenire, sebbene gli spread possano ancora essere grandi nelle coppie illiquide.

A differenza degli scambi centralizzati, che addebitano importi esorbitanti per list token, chiunque può elencare qualsiasi token su Uniswap. Tutto quello che devono fare è creare un pool di liquidità che fornisca il token ERC20 e l'ETH.

Inoltre, a differenza degli scambi centralizzati, che verificano l'identità degli utenti e hanno il potere di limitare i commercianti in alcune località, Uniswap è un protocollo aperto che chiunque può utilizzare. Tutto ciò di cui i trader devono iniziare a scambiare token è un indirizzo Ethereum.

Chiunque è anche libero di fornire liquidità a questi pool di token in cambio di commissioni di negoziazione in proporzione alla propria quota nella liquidità del pool. I fornitori di liquidità possono aggiungere o prelevare i propri fondi in qualsiasi momento. Uniswap non ha un token nativo, ma i fornitori di liquidità ricevono token che rappresentano la loro partecipazione al pool.

Balancer

Balancer è un asset manager e una borsa valori decentralizzata costruita sulla rete Ethereum. È stato fondato da Fernando Martinelli e Mike Ray McDonald nel marzo 2020. Simile a Uniswap, Balancer consente a chiunque di creare pool di token, che si riequilibrano per mantenere la stessa proporzione tra questi token, indipendentemente dal loro cambiamento di prezzo. La differenza è che è possibile aggiungere più di un token e l'ETH non è richiesto. In effetti, consente a chiunque di creare qualcosa come un ETF, un fondo indicizzato composto da risorse crittografiche.

Esistono pool privati, dove solo il creatore del pool può aggiungere liquidità e ha il controllo completo sui parametri del pool. Ci sono anche pool condivisi e smart pool, aperti a chiunque per investire e ottenere visibilità su come si muove il portafoglio. Gli investitori possono fornire uno qualsiasi dei token nel portafoglio e ricevono in cambio BPT, o Balancer Pool Token, che rappresenta la loro proprietà del pool. La differenza tra pool condivisi e smart pool è che nei pool condivisi i parametri sono definiti, mentre negli smart pool possono essere modificati.

L'altro lato del protocollo è DEX. I trader possono scambiare token in pool di liquidità e sfruttare le opportunità di arbitraggio quando si sbilanciano. Le commissioni di trading che pagano per lo scambio di token vanno ai fornitori di liquidità dei pool di token.

Questo è ciò che consente a Balancer di essere un ETF inverso; invece di pagare le commissioni di gestione del portafoglio per mantenere un fondo indicizzato, gli investitori addebitano commissioni ai trader.

Nel giugno 2020, Balancer ha distribuito il suo token di governance BAL tra i fornitori di liquidità. I token BAL consentono ai titolari di carta di partecipare al sistema di governance del protocollo.

Synthetix

Synthetix è un protocollo per coniare e scambiare asset sintetici su Ethereum. È stato fondato da Kain Warwick nel 2017 come progetto stablecoin Havven e lanciato come Synthetix sulla rete principale nel febbraio 2019.

Le risorse sintetiche nella catena, o Synth, vengono coniate sulla piattaforma. I sintetizzatori sono progettati per tenere traccia del valore delle risorse crittografiche e non crittografate, inclusi forex, materie prime e indici. Ora ci sono quasi 40 diverse coppie di trading su Synthetix, tra cui oro, argento, yen giapponese e l'indice azionario FTSE del Regno Unito.

Come tutti i DeFi, Synthetix è aperto e senza permesso, il che significa che chiunque nel mondo può avere accesso al trading di titoli, che in passato era limitato a pochi.

Gli utenti possono depositare il token SNX nativo di Synthetix in uno smart contract per emettere nuovi Synth.

Questa garanzia congiunta consente ai trader di scambiare Synth direttamente con lo smart contract, evitando la necessità di controparti. I possessori di SNX che scommettono i loro token ricevono una quota proporzionale delle commissioni generate attraverso l'attività sull'exchange Synthetix. Tuttavia, il trading su Synthetix.Exchange non richiede al trader di mantenere SNX.

Nel luglio 2020, il progetto ha iniziato a chiudere la Fondazione Synthetix, che aveva in gran parte guidato la direzione della piattaforma, in modo che tre organizzazioni autonome decentralizzate, o DAO, prendessero il controllo del protocollo. I DAO sono organizzazioni di catena guidate dalla comunità più ampia e dai titolari di token. Il movimento Synthetix fa parte della più ampia tendenza della DeFi a diventare sempre più decentralizzata e appartenente alla comunità.

Finanza Curva

Curve Finance è uno scambio decentralizzato incentrato sulle stablecoin. È stato co-fondato da Michael Egorov e lanciato nel gennaio 2020. Curve utilizza pool di liquidità come Uniswap, ma poiché i pool sono tra stablecoin, che hanno approssimativamente lo stesso valore, è in grado di ridurre al minimo lo slippage per i trader e ridurre o eliminare le perdite temporanee per i fornitori di liquidità. La perdita impermanente è un problema comune in altri DEX, poiché la volatilità delle coppie di token in relazione all'ETH riduce i rendimenti per i fornitori di liquidità.

L'altra differenza con altri AMM come Uniswap e Balancer è che i token nei pool di liquidità di Curve sono presi in prestito dai mercati finanziari DeFi, come Compound e YEarn Finance. Ciò consente ai fornitori di liquidità di ricevere commissioni di negoziazione e rendimenti da questi pool di prestiti.

Curve ha lanciato il proprio token CRV nativo nell'agosto 2020 e lo utilizza per premiare gli utenti per aver fornito liquidità e come un modo per la comunità di assumere il controllo della governance del protocollo.

anelito.finanza

Yearn Finance è un aggregatore di prestiti, noto come yield bouncer, che ottimizza i depositi degli utenti inoltrandoli a pool di prestiti e liquidità che offrono il rendimento più elevato. Utilizza protocolli tra cui Compound, Dydx e Curve Finance. È stata fondata da Andre Cronje nel febbraio 2020.

Gli utenti che depositano token in Yearn ottengono yToken che rappresentano quei depositi in cambio: i depositanti DAI ricevono yDai, i depositanti USDC ricevono YUSDC e così via.

Curve Finance ha creato un pool di liquidità di yToken, utilizzando yDAI, yUSDC, yUSDT, yTUSD, che consente ai risparmiatori di guadagnare commissioni di trading su Curve oltre ai tassi di prestito sui depositi.

Yearn ha emesso il suo token di governance YFI nativo nel luglio 2020. YFI è stato distribuito solo agli utenti che hanno scommesso yTokens su pool di liquidità pre-specificati. In una prima volta per un token Ethereum, non c'era prevendita agli investitori, non c'era allocazione al team di Yearn e non era venduto tramite uno scambio: solo gli utenti di Yearn potevano guadagnare YFI sulla loro quotazione principale.

Il controllo di YFI è stato trasferito da Andre Cronje a un portfolio con più firme, il che richiede che sei partecipanti su nove acconsentano alle modifiche. I titolari di token YFi hanno il pieno controllo del sistema di governance di Yearn Finance e possono proporre e votare modifiche al protocollo votando sulla rete.

Yam finanza

Yam Finance è un progetto progettato per premiare gli utenti con token YAM in cambio dei loro depositi di criptovaluta in diversi pool di liquidità. È stata fondata nell'agosto 2020 da un gruppo di sviluppatori, investitori e imprenditori di criptovalute, tra cui Dan Elitzer di IDEO e Will Price di Flipside Crypto.

È stato uno dei primi progetti sviluppati specificamente attorno al trend della produzione agricola: il deposito di token di criptovaluta su piattaforme DeFi per guadagnare i token nativi della piattaforma oltre ai tassi di interesse sui prestiti. Il lancio è stato controverso in quanto apparentemente è stato costruito dall'oggi al domani, copiando il codice da diversi protocolli DeFi e lanciato sulla rete principale senza un audit formale. Seguendo le orme di YFI, solo gli utenti di Yam Finance sono stati in grado di guadagnare YAM nella loro inserzione principale.

YAM è indicizzato a 1 USD e controlla la sua indicizzazione quando contrae o espande la sua offerta.

La piattaforma ha attirato centinaia di milioni di dollari in un giorno e il suo successo ha generato un diluvio di imitatori, oltre a un'esplosione di cosiddette monete meme, o token legati a un'emoji e un nome divertente, molti dei quali erano anche legati a cibo (CREMA, GAMBERI, TACO, PASTA).

Due giorni dopo il lancio, il team ha trovato un bug nel suo codice che avrebbe reso impossibile la governance e ha raccolto fondi dalla comunità per controllare il codice per una nuova versione di YAM. I possessori di token erano ancora in fase di migrazione a YAM v2 e in attesa della versione finale di YAM v3 al momento della scrittura.

Disclaimer: Le opinioni e le opinioni espresse dall'autore, o da chiunque sia menzionato in questo articolo, sono solo a scopo informativo e non costituiscono consulenza finanziaria, di investimento o di altro tipo. L'investimento o il trading di criptovalute comporta il rischio di perdite finanziarie.
Totale
0
azioni

Articoli Correlati