BC.GAMERichiedi 5BTC adesso

John Deaton commenta il caso SEC vs Ripple: "Nessun accordo in vista"

Presa veloce
  • John Deaton ha commentato la causa tra la SEC e Ripple
  • Deaton non crede in un accordo immediato
  • Di fronte alle contropresentazioni, Deaton ha rifiutato la possibilità di un accordo immediato
Data finale degli atti XRP Ripple SEC rivelata da John Deaton
BC.GAMEBCGAME - Il miglior casinò, bonus giornaliero gratuito da 5 BTC!BC.GAME Bonus giornaliero gratuito da 5 BTC!
Iscriviti ora

L'avvocato Giovanni Deton ha recentemente riferito sulla causa in corso che coinvolge la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti e la Ripple. Deaton ha sottolineato l'attenzione sulla mozione presentata dalla SEC che mira a costringere la società a pubblicare i bilanci dal 2022 al 2023.

L'esperto legale ha spiegato che l'intenzione dell'autorità di regolamentazione con la mozione è quella di analizzare a fondo i registri finanziari di Ripple, cercando di esaminare la legalità delle vendite di XRP nel periodo successivo al reclamo.

Di fronte a tante tensioni legali e contropresentazioni di documenti nel processo, l'avvocato Deaton ha respinto la possibilità di un accordo immediato. L'esperto ha evidenziato la sua prospettiva secondo cui l'autorità di regolamentazione potrebbe avviare alcuni negoziati su un possibile accordo se si rendesse conto che i potenziali guadagni sono superiori a quelli ottenibili attraverso decisioni legali.

 

Voci di un accordo e del possibile incendio di 20 miliardi di dollari in XRP

Il contenzioso legale in corso tra Ripple e la Securities and Exchange Commission statunitense (SEC) sta assumendo nuovi contorni. Con l'avvicinarsi della data dell'udienza del 12 febbraio, Aumentano le voci su un possibile accordo tra le parti. In questo modo, portano con sé speculazioni su una conseguenza drammatica: la possibilità di bruciare token XRP per un valore di oltre 20 miliardi di dollari.

Ripple, nota per le sue attività nel settore delle criptovalute, deve affrontare una significativa sfida legale nella sua battaglia contro la SEC. Questa controversia legale ruota attorno alla questione se XRP debba o meno essere classificato come titolo finanziario, una decisione che ha profonde implicazioni per il futuro dell'azienda e dell'ecosistema delle criptovalute in generale.

Leggi anche:   La battaglia legale tra Ripple e SEC si intensifica con le rivendicazioni degli investitori istituzionali

Uno degli aspetti più intriganti di questo caso è la voce secondo cui Ripple potrebbe costringersi a incenerire una notevole quantità di token XRP, un'azione parallela alla recente sentenza del tribunale nel caso LBRY. In quest’ultimo caso, la SEC è riuscita a vietare nuove offerte di criptovalute fino a quando tutti i token LBC non fossero stati gradualmente eliminati. Se Ripple fosse costretta a seguire un percorso simile, potrebbe rimuovere una quantità significativa di XRP dal mercato, influenzandone il valore e le dinamiche di mercato.

Disclaimer: Le opinioni e le opinioni espresse dall'autore, o da chiunque sia menzionato in questo articolo, sono solo a scopo informativo e non costituiscono consulenza finanziaria, di investimento o di altro tipo. L'investimento o il trading di criptovalute comporta il rischio di perdite finanziarie.
Totale
0
azioni

Articoli Correlati