Governance: perché gli investitori in criptovaluta dovrebbero essere preoccupati

BC.GAMEBCGAME - Il miglior casinò, bonus giornaliero gratuito da 5 BTC!BC.GAME Bonus giornaliero gratuito da 5 BTC!
Iscriviti ora

Secondo la maggior parte delle misure, l'offerta iniziale di monete (ICO) per l'organizzazione decentralizzata autonoma dei fondi di rischio (DAO) è stata un successo. Considerato il "più grande progetto di crowdfunding nella storia umana", ha raccolto la cifra record di 100 milioni di dollari di ether in meno di due giorni.

La DAO era apolide e decentralizzata, il che significa che le sue operazioni non erano legate a una specifica area geografica e aveva una struttura organizzativa piatta. I possessori di token DAO potevano votare su progetti di investimento e il rapporto tra loro e l'organizzazione in generale era regolato da contratti intelligenti nel blockchain da Ethereum. Ma un attacco informatico, che ha sfruttato le vulnerabilità della sicurezza nel suo codice e ha provocato il furto di 55 milioni di dollari in ether, ha sventato le sue ambizioni. La questione di cosa fare con i fondi rimanenti ha diviso la comunità degli sviluppatori di Ethereum.

I grandi investitori nel progetto hanno richiesto un hard fork, che avrebbe rimborsato gli investitori creando una funzione di "prelievo" nel codice. Ma gli sviluppatori hanno difeso un soft fork, che avrebbe congelato i fondi e impedito all'hacker di trarre profitto dall'etere rubato. Alla base della sua tesi c'era la regola "code is law", in cui il codice appartenente alla blockchain originale deve rimanere immutabile, indipendentemente dagli hack.

I soldi hanno vinto e un hard fork ha creato Ethereum mentre la blockchain originale è rimasta un classico di Ethereum. Al momento della stesura di questo documento, Ethereum è la seconda criptovaluta più preziosa, mentre il classico Ethereum è al 64° posto. La negoziazione dei token DAO è stata interrotta.

Indipendentemente dalle sue conseguenze, il fiasco DAO ha messo a fuoco i problemi di governance delle criptovalute.

PRINCIPALI VANTAGGI

1. L'ICO DAO 2016 e il successivo hack hanno sollevato bandiere rosse relative alla governance delle criptovalute.

2. Altri casi di problemi di governance includono il fork di Bitcoin e la causa intentata contro i fondatori di Tezos.

3. Gli investitori di criptovaluta hanno diritti simili agli azionisti della società perché sono direttamente interessati dalle modifiche del protocollo in una blockchain, suggerisce un esperto.

4. Bitcoin ed Ethereum hanno sistemi di rappresentazione decentralizzata, come proposte di miglioramento.

5. Altre opzioni di governance includono ibridi di governance off-chain e sistemi on-chain, mentre altre sono sistemi puramente on-chain.

Perché la governance delle criptovalute è importante

I mercati azionari hanno strutture di stakeholder chiaramente definite per l'attrattiva degli investitori. Queste strutture hanno portato a sistemi di governance che proteggono gli interessi degli investitori e impediscono ai dirigenti disonesti di impazzire con l'azienda. Ma le criptovalute erano in gran parte protette da simili controlli. L'hack DAO è solo un esempio di governance andata male nelle criptovalute. Situazioni simili abbondano.

Ad esempio, gli investitori di Bitcoin sono stati spettatori del dramma che è culminato in un fork nella sua blockchain e ha portato alla formazione di una nuova criptovaluta: Bitcoin Cash (BCH). Nel frattempo, Tezos, una criptovaluta progettata per risolvere problemi di governance attraverso sistemi di voto a catena, è rimasta coinvolta in un problema di governance dopo che un investitore ha intentato una causa contro i suoi fondatori. Ci sono anche problemi tecnici con l'assenza di sistemi di governance. Ad esempio, l'assenza di protezione dal replay può duplicare le transazioni tra una vecchia blockchain e una nuova.

"A livello individuale, è in gioco il valore monetario reale, che a sua volta solleva preoccupazioni sulla protezione degli investitori e dei pagamenti", afferma Philipp Hacker, un ricercatore che ha scritto un articolo sui sistemi di governo societario nelle criptovalute. Secondo lui, gli investitori in criptovalute hanno diritti simili agli azionisti delle società, poiché sono direttamente interessati dalle modifiche del protocollo in una blockchain.

Ad esempio, un hard fork può avere l'effetto di moltiplicare il numero di monete nel tuo portafoglio di investimenti. Allo stesso modo, una causa, come quella di Tezos, interrompe il lavoro di sviluppo di un protocollo e blocca i fondi degli investitori fino alla risoluzione.

"Dare voce agli utenti con il pretesto dei diritti di voto limita il margine di azione degli sviluppatori principali per quanto riguarda le azioni che interessano la community ma per le quali non sono sufficientemente responsabili al momento", afferma Hacker. Ma questa affermazione arriva con un avvertimento. Le criptovalute, soprattutto quelle più piccole, non sono abbastanza importanti dal punto di vista sistemico da garantire sistemi di governance, aggiunge Hacker.

Importante:
Oltre alla protezione degli investitori, i sistemi di governance possono semplificare i processi interni di gestione delle modifiche. In termini pratici, ciò significa che possono essere utilizzati per implementare un ethos decentralizzato.

Finora, le modifiche al protocollo di criptovaluta sono state dirottate da un gruppo selezionato di parti interessate. Ad esempio, gli investitori hanno vinto il giorno in cui il protocollo Ethereum è stato biforcato in due rami. Il core team di Bitcoin, che ha resistito alle modifiche del codice per consentire blocchi di dimensioni maggiori, era responsabile della creazione del denaro Bitcoin. Istituendo sistemi di voto e moltiplicando il numero di parti interessate coinvolte nel processo, i sistemi di governance possono aiutare.

Sistemi di governance utilizzati per le criptovalute

Bitcoin ed Ethereum dispongono già di sistemi per implementare la rappresentazione decentralizzata. Il cuore di questi sistemi sono le proposte di miglioramento, suggerite da sviluppatori e utenti per migliorare la funzionalità e le prestazioni delle rispettive blockchain.

Ma Hacker suggerisce che queste proposte da sole potrebbero non essere sufficienti. "Bitcoin chiaramente non ha ancora implementato una struttura di governance efficace che bilancia la voce dell'utente/della comunità con alcune indicazioni per conto degli sviluppatori chiave in tempi di crisi", afferma.

Come prova della sua affermazione, fa riferimento al meccanismo di veto del core team di Bitcoin che ha impedito lo sviluppo di un blocco più grande nella blockchain di crittografia per un'elaborazione efficiente delle transazioni. "Spesso, questa (la proposta di miglioramento) funziona attraverso un meccanismo di segnalazione che dà voce ai minatori ma non agli utenti ordinari", afferma. Gli utenti in questo caso sono persone che possiedono criptovalute, tramite nodi completi o portafogli di terze parti.

Ethereum è davanti a Bitcoin nel gioco della governance. La criptovaluta ha già testato diverse innovazioni relative alla criptovaluta nella sua blockchain. Ad esempio, la votazione sulla proposta DAO è avvenuta attraverso l'implementazione di un meccanismo di voto carbonio, in cui ogni nodo di voto doveva effettuare una transazione che comportava la spesa di un importo minimo di etere (che varia da 0,06 etere a 0,08 etere). Tuttavia, ha registrato una bassa affluenza alle urne. Inoltre, pubblica anche le trascrizioni delle chiamate degli sviluppatori sul suo sito web.

Altri programmi di governance

Anche altre criptovalute hanno implementato diverse forme di sistemi di governance. Alcuni sono un ibrido tra governance off-chain e sistemi on-chain, mentre altri sono sistemi puramente on-chain.

Ad esempio, il sistema di Dash combina il processo decisionale sullo sviluppo futuro attraverso il voto delle proposte presentate dal team di sviluppo centrale di Dash da Masternodes (che sono responsabili del consenso della transazione). Dash Core, che consiste di membri senior della rete Dash, è responsabile verso e verso Masternodes. Può anche essere rimosso da loro.

"In sostanza, siamo indirettamente di proprietà della rete e abbiamo un dovere fiduciario nei suoi confronti", ha affermato Ryan Taylor, CEO di Dash. Decred , un'altra crittografia, implementa una struttura in qualche modo simile, ma tutto il processo, il voto e le proposte sono implementati nella blockchain. Il numero di voti per stakeholder o utente è proporzionale alla tua scommessa sulle monete.

Questo sistema on-chain può incorrere in problemi in una criptovaluta incentrata sulla privacy come Monero, in cui le chiavi pubbliche che identificano un elettore non vengono divulgate facilmente. Tuttavia, il passaggio delle criptovalute verso la creazione di sistemi di governance è uno sviluppo positivo, afferma Hacker. "Questo dimostra che c'è una domanda per loro (tali sistemi)."

Disclaimer: Le opinioni e le opinioni espresse dall'autore, o da chiunque sia menzionato in questo articolo, sono solo a scopo informativo e non costituiscono consulenza finanziaria, di investimento o di altro tipo. L'investimento o il trading di criptovalute comporta il rischio di perdite finanziarie.
Totale
0
azioni

Articoli Correlati